Politica

Salvini sbatte la porta in faccia a Di Maio: parole durissime erichiesta di voto a Mattarella

di  Redazione  -  30 Maggio 2018

Matteo Salvini torna a parlare:  “Mattarella ci dia il voto” e aggiuge “Prima possibile ma non a fine luglio perché ci sono le sacrosante ferie degli italiani e i lavoratori stagionali”, mette in chiaro il leader della Lega.

Nessun ritorno ad una trattativa per un governo governo M5s-Lega: “Andremo al voto con chi sostiene il nostro programma perché l’Italia non può essere il Paese che continua solo a dire signorsì all’Europa”.

Parole dure e porta in faccia al capo politico pentastellato: “Di Maio riapre? Non siamo al mercato, al voto subito…”. “Mattarella ci dica come uscire dallo stallo: abbiamo rinunciato a posti, poltrone, presidenze e ministeri. Ci hanno sempre detto no”, ributta la palla sul Colle il leader leghista. “All’ipotesi di un governo giallo-verde ci abbiamo lavorato per un mese inutilmente ma io ho una dignità politica e soprattutto l’Italia non è schiava di nessuno: i tedeschi si facciano gli affari dei tedeschi e i francesi quelli dei francesi ma agli italiani ci pensiamo noi”, chiosa.

Intanto il presidente del Consiglio incaricato Carlo Cottarelli si è recato al Quirinale per un incontro informale con il Capo dello Stato Sergio Mattarella, poi è rientrato a palazzo Montecitorio. Cottarelli è adesso al lavoro nella Sala Busti di Montecitorio.