Italia

Assunto e licenziato dopo 40 giorni: maxi-rimborso da 300mila euro

di  Redazione  -  21 Maggio 2018

Maxi rimborso per  solo 40 giorni di lavoro. Proporio per questo licenziamento e dopo una lunga questione legale un’azienda ha dovuto pagare 36 mensilità per un totale di 300mila euro netti ad un lavoratore.

La sentenza dopo 5 anni è arrivata dal tribunale di Vicenza. Un bellunese assunto e licenziato a Bassano del Grappa in un’azienda di penne di lusso, realizzate con oro e pietre preziose. Una realtà prestigiosa, con una sessantina di dipendenti che però manda a casa l’uomo dopo poco più di un mese.

Assunto e licenziato dopo 40 giorni: maxi-rimborso da 300mila euro

Quindi l’11 maggio del 2012 assunto con la qualifica di quadro nel rispetto del contratto nazionale del lavoro settore Commercio. Le sue mansioni sono di responsabile del dipartimento amministrazione-finanza. Dopo appena 40 giorni la società lo licenzia per una necessità legata ad un riassetto aziendale.

Ora è arrivato il maxi rimborso che farà discutere e potrebbe generare un precedente di cui potrebbero beneficiare altri lavoratori nella stessa situazione.