Politica

Francia, il premier Valls scavalca il Parlamento
Riforma del lavoro approvata con decreto

di  A. Yari Siporso  -  5 Luglio 2016

Il governo ignora il Parlamento, lo scavalca e approva la riforma del Lavoro per decreto e senza ricorso al voto dell’Assemblea. E’ accaduto in Francia dove il premier Manuel Valls ha fatto ricorso all’articolo 49.3 della Costituzione transalpina per portare a compimento il rinnovamento del sistema normativo sul lavoro.

La decisione del presidente francesce ha fatto scattare un putiferio tra le forze politiche, incluso il partito socialista del primo ministro, all’interno del quale si registrano forti malumori della minoranza interna. Non si esclude la possibilità di una mozione di sfiducia al capo del governo che rischia di doversi confrontare con gli stessi deputati bypassati per arrivare all’approvazione immediata della riforma.

L’indignazione però sembra aver già varcato le mura del palazzo del potere e le parti sociali starebbero già organizzando manifestazioni di protesta per contestare la procedura usata da Valls per approvare una serie di leggi poco amate anche nel merito.