Italia

De Luca, audio choc contro il Comune è polemica in Campania

di  Redazione  -  18 Maggio 2018

Schermaglie tra Comune e Regione. Un audio pubblicato dal quotidiano Il Mattino relativo a una conversazione privata tra il governatore De Luca e il Sindaco De Magistris inasprisce la polemica.

Il governatore non cita mai de Magistris, ma il riferimento al sindaco di Napoli è palese: «Questo è un mentitore nato, piglia e scarica sulla Regione, ma come ca**o si può immaginare che la Regione debba occuparsi degli Lsu che lavorano al Comune di Napoli? Ma non è possibile. Voi li dovete stringere nella sala del Comune, li dovete sequestrare, gli dovete sputare in faccia». E ancora, sempre senza citare de Magistris: «Gliel’ho detto nell’ultima dichiarazione ieri, il fatto che non tiene soldi è diventato un titolo di merito, ma tu sei una chiavica!, ma queste sono cose da pazzi».

Il presidente continua «Io vi voglio spiegare, è assurdo, ma come posso io caricarmi tutti gli Lsu della Regione, ma come li pago? Voi dovete andare dal vostro datore di lavoro e gli dovete dire: senti, non mi devi rompere il ca**o, io lavoro e tu mi devi stabilizzare. Con i soldi tuoi. E che sia chiaro: appena parla della Regione, voi tappategli la bocca, perché è un modo per menare il can per l’aia, per farvi fessi».

A seguito della pubblicazione dell’audio da parte del quotiodiano è arrivata la risposta del Presidente della Regione Campania che su Facebook ha scritto:

“Ancora una volta viene diffuso un audio, dopo averlo tenuto in caldo per tre giorni, relativo a una conversazione privata, nel chiuso di una stanza, nel quale non c’è alcun riferimento a persone fisiche.

Si risponde a tono a chi continua a scaricare sulla Regione Campania tutti i problemi che non riesce a risolvere per assoluta nullità amministrativa.

Violazione della privacy, cialtroneria e tempo perso nel folclore. Non abbiamo tempo da perdere con le scemenze. Siamo impegnati a creare servizi, lavoro, investimenti, salute. Il resto è fumo”.