Politica

Governo, accordo Salvini – Di Maio: Intesa sulle commissioni speciali

di  Redazione  -  11 Apr 2018

“Con spirito di collaborazione, per rendere operativo il Parlamento al più presto, hanno concordato di votare alla presidenza della commissione speciale della Camera il deputato della lega Nicola Molteni”. Questa la nota della Lega che lascia immaginare spireagli di alleanza.

L’asse M5s-Lega segue, almeno in Parlamento, la sua strada.

Giovedì, quando i leader saranno al Colle per il secondo giro di consultazioni, la commissione speciale della Camera eleggerà il suo presidente.

E, come già accaduto per i presidenti della due Camere, sarà frutto di un accordo tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini come accaduto al Senato con la nomina di Vito Crimi, con i voti anche di Forza Italia.

Maurizio Martina segretario reggente del Pd attacca: “Salvini e Di Maio comunicano su carta intestata comune lega e 5 Stelle l’accordo spartitorio dell’ennesima poltrona: quella della presidenza della Commissione speciale alla Camera, dopo aver già fatto la stessa cosa al Senato. Tutto questo mentre il Paese rimane appeso ai loro litigi sulle prospettive di governo”.

Le commissioni speciali, ilavoreranno sul Documento di economia e finanza e dei decreti legislativi lasciati in eredità dal governo Gentiloni in attesa della nascita di un nuovo Esecutivo.

Insomma prove di Governo al via con la spartizione di qualche poltrona secondo i Dem e tentativi di intesa secondo gli analisti politici.