10 agosto 10:53  |  MONDO

Tutto è iniziato con una banalissima puntuira di zanzara. Ed è finita, tragicamente con l’amputazione di un braccio e di entrambi i piedi.

Questa la terribile storia di Sonja Kujas, una donna di 43 anni, di Colonia (in Germania) che nel mese di marzo qa seguito di quella che appariva come una banale puntura d’insetto aveva notato un piccolo rigonfiamento che presto è drammaticamente peggiorato.

Nei giorni seguenti infatti sono arrivatu dolori molto forti, vertigini, e la corsa in ospedale. In un primo momento i medici, dopo gli esami di routine, rimandarono a casa la donna. Ma Sonja stava sempre peggio, e il marito decise di riportarla in ospedale. Qui l’inizio della tragedia: la donna è entrata in coma, con necrosi degli arti che, per salvarle la vita le sono stati amputati.

La puntura aveva causato una grave infezione che a sua volta era degenerata in setticemia  “Sono sopravvissuta. Sono ancora qui – dice oggi Sonja al magazine Focus.de – Ho imparato ad apprezzare di nuovo la vita. Se avvertite sintomi rari, andate dal medico immediatamente”.