CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
giovedì, 21 giugno 2018

La biopsia liquida del campione di sangue si sta affermando come alternativa alla biopsia tissutale per fornire un’immagine precisa del tumore in modo da individuare la terapia più appropriata per ogni paziente. Sono le conclusioni di uno studio su larga scala con campioni di sangue provenienti da più di 15mila pazienti e 50 tipi di tumore presentato oggi in conferenza stampa durante il secondo giorno del meeting annuale della American Society of Clinical Oncology (ASCO), che riunisce nel centro del Chicago Convention McCormick più di 35mila specialisti oncologi.

Il fatto che le mutazioni genomiche possono variare non solo da paziente a paziente, ma anche cambiare nel tempo, è stata una sfida costante nel trattamento del cancro. Lo studio presentato da Philip Mack, direttore di Farmacologia Molecolare presso il Cancer Center dell’Università della California, ha spiegato che la biopsia liquida “offre un’opportunità senza precedenti per monitorare i cambiamenti nel cancro, come si evolve nel corso del tempo” e individuare il trattamento che funziona meglio.

Attualmente i medici si basano molto sulle biopsie tissutali per valutare se i tumori sono provocati da mutazioni genetiche che possono essere obiettivo delle terapie, proprio per evitare una procedura chirurgica che non tutti i pazienti sono in grado di affrontare. Con la biopsia liquida vengono rilevati i piccoli pezzi di DNA da cellule tumorali circolanti nel sangue. Lo studio ha dimostrato l’accuratezza della biopsia liquida anche con bassi livelli di materiale genetico.

Questo studio ha incluso 15.191 pazienti con cancro avanzato del polmone (37%), cancro al seno (14%), tumore del colon retto (10%) e di altri tumori (39%). Ogni paziente ha fornito uno o più campioni di sangue da analizzare. Sulla base delle variazioni genetiche nelle analisi del sangue, i test hanno rivelato una possibile opzione di trattamento per quasi due terzi dei pazienti analizzati (63,6%), che comprende farmaci approvati dalla FDA. La biopsia liquida è stata particolarmente utile per i pazienti con il cancro del polmone.