MONDO

il  16 novembre 13:28

Olocausto nucleare, le mosse su Trump della stampa e del Congresso per levargli la “Valigetta atomica”

“Potrebbe scatenare un Olocausto nucleare in cinque minuti”. Con questo  titolo apocalittico il magazine Newsweek rilancia le preoccupazioni relative alle schermaglie tra Usa e Corea del Nord.

Olocausto nucleare, i timori su Trump

L’articolo del magazine Statunitense è riferito al discusso leader della Casa Bianca che starebbe forzando troppo la mano contro il suo omologo coreano

“Non consentiremo alla Corea del Nord, questa contorta dittatura, di tenere il mondo in ostaggio con il ricatto nucleare”. Così presidente Donald Trump, attacca nuovamente. E afferma che la Cina userà la leva economica per fare pressioni di Pyongyangchiarendo come l’obiettivo principale sia quello di “denuclearizzare” il regime di Kim Jong-un.

“I giorni in cui si poteva trarre vantaggio dagli Stati Uniti sono finiti”, ha affermato il presidente a proposito della sua presa di posizione con il collega cinese Xi Jinping.

Negli Usa però – spiega il quotidiano Libero – i toni trionfalistici di Trump preoccupano la stampa  ma soprattutto il Palazzo.

Il congresso valuta come bloccare il presidente

Nel Congresso americano, per la prima volta in oltre 40 anni, è stato avviato un esame sulle prerogative del Commander in chief (il capo dello Stato e delle forze armate) in caso di conflitto nucleare.

Il timore della governance americana è che Trump possa scagliare un attacco atomico “non provocato”, senza cioè un precedente attacco di Kim. Un bombardamento preventivo che potrebbe innescare una crisi bellica dai contorni non ancora definiti. L’unica certezza: da regionale, la guerra potrebbe diventare rapidamente mondiale.

Proprio per questo, i senatori democratici vorrebbero togliere dalla disponibilità di Trump la famosa valigetta atomica con i codici segreti che segue sempre il presidente degli Stati Uniti, in ogni sua tappa in giro per il mondo.

Fonte: Libero