ITALIA

il  5 dicembre 16:29

Schumacher, Jean Todt rompe il silenzio e racconta tutta la verità

“Michael poteva sembrare arrogante ma era molto timido. E’ una persona molto speciale, un vero amico, e continua a lottare per riprendersi”.

Jean Todt rompe il silenzio

A parlare, in un’intervista ad Autosport, è il presidente della Fia, Jean Todt, all’epoca direttore generale della Ferrari. E il dirigente racconta di un episodio del 2000, quando Schumacher fece richiesta di un test privato a Fiorano, l’inverno dopo aver vinto il suo primo titolo in Formula 1 con la Ferrari.

Un test

Un test per fare un check sulle sue capacità di guida. Il fuoriclasse tedesco si sta lentamente recuperando dall’incidente del 2013 sulle nevi svizzere di Meribel. In realtà sulle condizioni del pilota tedesco pluricampione iridato vige il più stretto riserbo.

La famiglia ha chiesto anche agli amici più cari di astenersi dal pubblicare o diffondere notizie sullo stato di salute del campionissimo Ferrari e Benetton. CONTINUA

Fonte: Libero