CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
martedì, 13 novembre 2018

“Provano a fermarci coi soliti ricatti dello Spread che sale, delle Borse che scendono e delle minacce europee. Stavolta si cambia, più lavoro e meno clandestini, più sicurezza e meno tasse”. Così Matteo Salvini che rompe gli indugi e con una lunga diretta Facebook mette in chiaro i punti su cui si stalavorando, insieme al Movimento 5 stelle.

Il leader del Carroccio rispolvera i vecchi temi sul fronte Europa e migranti. Ma lancia anche una proposta: un ministro dell’interno leghista per respingere gli stranieri e garantire sicurezza.

“Voglio cambiare questo Paese, e più ci insultano più ci ricattano, più ci minacciano, più ho voglia di partire con questa sfida” ha detto Salvini al suo pubblico social ” I giornali ci insultano e minacciano la salita dello spread, ma forse perchè hanno paura che se noi della Lega andiamo al governo le tasse le tagliamo veramente e le riforme le facciamo davvero”.

Al di la degli annunci la notizia politica è l’annuncio – buttato lì – di un uomo della Lega al Viminale. Dopo Maroni potrebbe tornare un uomo del Carroccio in un ruolo chiave dell’Esecutivo.