CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
giovedì, 21 giugno 2018

di Gianfrancesco Raiano

crespi-479x249Quando si sbaglia, si sbaglia. Errare è umano. Avevo scritto che il signor Luigi Crespi è un pluricondannato nel commento “Caldoro, le bugie e la paura di perdere”. L’ufficio stampa del signor Crespi ha inviato una richiesta di rettifica sottolineando che si trattava di una dichiarazione erronea e ”diffamatoria”, essendo l’ex sondaggista di Berlusconi un incensurato. E’ vero ho scritto una cosa non vera che rettifico: Luigi Crespi non è un pluricondannato. Allo stato, infatti, le sue vicende giudiziarie si fermano a una condanna a sei anni e nove mesi di carcere sentenziata dai giudici della Corte d’Appello di Milano nel settembre del 2013 per l’imputazione di bancarotta fraudolenta. Sentenza che scontava di cinque mesi quella ricevuta in primo grado. Crespi resta in attesa della Cassazione, dopo aver liquidato le parti civili a integrale risarcimento del danno subito dalle stesse, come ha dichiarato a suo tempo l’avvocato del sondaggista Marcello Elia. Quindi Luigi Crespi, come erroneamente scritto, non è un pluricondannato, bensì un imputato incensurato in attesa di giudizio di Cassazione che in primo e secondo grado ha subito dei verdetti a lui sfavorevoli.