CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
domenica, 21 ottobre 2018

Vola lo Spread, oltre quota 210 ed è record. Crollano le banche, ko piazza Affari.

A condizionare i mercati, contribuiscono le incertezze legate alla formazione del Governo e sono colpite dalle vendite soprattutto le banche. La lista dei possibili ministri non è pronta e l’iter rallenta, i nodi su alcuni dicasteri chiave, a partire da quello del Tesoro, sono tutt’altro che sciolti.

Gli investitori lo sanno e il il differenziale tra i rendimenti dei BTp decennali e quelli dei Bund di pari scadenza ha sfondato quota 200 punti, raggiungendo anche i 212 e portandosi ai massimi in

A Milano svettano Leonardo e Moncler
A Piazza Affari – spiega il Sole 24 Ore – positive Moncler, che fa da traino al comparto del lusso, Leonardo – Finmeccanica, dopo che il Governo canadese ha annunciato di voler modernizzare e allargare la flotta degli elicotteri CH149 Cormorant, utilizzati sin dal 2000 e prodotti originariamente da AgustaWestland, e FiatChrysler Automobiles, che recupera dopo i ribassi di ieri e fa da trano anche agli altri titoli della galassia Agnelli, Exor e Ferrari in testa. A passo lento le utility e i petroliferi, con Eni e Saipem penalizzate dal brusco calo del petrolio. Osservati speciali i titoli tecnologici nel giorno in cui entra in vigore la General Data Protection Regulation (Gdpr), la nuova regolamentazione sulla privacy e la tutela dei dati.