POLITICA

il  3 ottobre 11:09

Parma, il sindaco Pizzarotti lascia il M5S
“Da uomo libero non posso che uscire”

Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti lascia il Movimento 5 Stelle. L’annuncio è arrivato questa mattina nel corso di una conferenza stampa, dopo frizioni con i vertici grillini ormai arrivati ad un punto di rottura. Pizzarotti era stato sospeso dal leader Beppe Grillo la scorsa primavera dopo l’apertura di un’inchiesta per abuso d’ufficio, indagine chiusa con l’archiviazione un paio di settimane fa.

Il primo cittadino ha spiegato ai giornalisti che dalla nascita del Movimento a Firenze sette anni “tante cose sono cambiate”. “Non posso non uscire dal movimento – ha accusato Pizzarotti – contro di me c’è stata una sospensione ad personam. Sono sempre stato un uomo libero, da uomo libero non posso che uscire da questo Movimento 5 Stelle, da quello che è diventato oggi e che non è più quello che era quando è nato. Non sono cambiato io, è cambiato il Movimento. Io sono l’unico a essere rimasto critico. Una volta si diceva che il M5S non voleva avere un capo politico, ora si dice che va bene un capo politico”.

Fatta chiarezza sull’uscita del sindaco dal Movimento 5 Stelle, resta da sbrogliare la matassa nella gestione del Comune e nelle scelte future di Pizzarotti. Non è infatti chiaro se il primo cittadino voglia ricandidarsi alla guida di Parma, definita da Beppe Grillo la “Stalingrado grillina”, o se la prospettiva di Pizzarotti sia ormai nazionale. I consiglieri comunali grillini hanno promesso fedeltà al sindaco nonostante lo strappo ufficiale col M5S e non sembrano disposti a cambiare il nome al gruppo consiliare. Una mossa anche contro il gruppo di di dissidenti Nuzzo e Savani che, contro il sindaco, si erano staccati dalla maggioranza formando il gruppo “Movimento 5 Stelle Parma”.