ECONOMIA

il  29 novembre 12:41

Affitti, in manovra c’è il bonus: approvato l’emendamento sulle detrazioni

Novità affitti e , per una volta, è una buona notizia. Parte il superbonus per le locazioni e riguarda tutti. Anche gli studenti fuori sede che vivono in appartamenti fuori dalla propria città.

Bonus: è sconto

Lo sconto (una detrazione dall’Irpef del 19%) potrà riguardare molti più soggetti.

Un vero e proprio bonus per le famiglie, da utilizzare anche in dichiarazione (modello 730 e modello Redditi). L’emendamento approvato estende la detrazione anche all’ipotesi in cui l’università sia ubicata in un comune distante da quello di residenza almeno 50 chilometri e gli studenti fuori sede siano residenti in zone montane o disagiate.

La detrazione massima utilizzabile è di 500 euro circa, ma comunque un buon colpo per chi vive in affitto.

Per gli studenti, l’agevolazione riguarderà ora anche i fuori sede nella stessa provincia purché distante dalla famiglia almeno 100 chilometri oppure 50 chilometri se residenti in zone montane o disagiate.

Occhio alla scadenza

Viene inserita una scadenza:  «La disposizione di cui al periodo precedente si applica limitatamente ai periodi d’imposta in corso al 31 dicembre 2017 ed al 31 dicembre 2018».

Quindi da un lato si tratterebbe di una detrazione retroattiva (questa volta a favore del contribuente) ma sembrerebbe chiudere le porte a un utilizzo successivo dopo il 2018 (dichiarazione dei redditi da presentare nel 2019). E gli oneri stimati come costo della detrazione ampliata sono 13,7 milioni per il 2018 e 7,8 milioni per il 2019.

Ci sarà poi da chiarire il parametro in base al quale si definiranno le «zone montane o disagiate». E quindi molto probabilmente bisognerà aspettare l’interpretazione dell’agenzia delle Entrate in una circolare.

Detrazione per 249mila contribuenti

Stando alle ultime statistiche fiscali delle dichiarazioni dei redditi disponibili (anno d’imposta 2015), i contribuenti che hanno sfruttato questa agevolazione non sono tantissimi: 249mila.

Fonte: Il sole 24 Ore