CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
giovedì, 22 febbraio 2018
Una 90enne italiana costretta ad allontanarsi dalla stanza dell’ospedale per le proteste di una signora musulmana. Una storia che farà molto discutere, ma che ha delle radici profonde accaduta  nel reparto ‘maxillo-facciale’ del Maggiore di Parma.

Musulmana fa trasferire una 90enne italiana: “Via uomini dalla mia stanza”

Trasferita da una camera a un’altra del nosocomio, ha accusato alla Gazzetta di Parma la figlia dell’anziana, che ha dovuto cambiare letto perché la vicina, di religione islamica non voleva i suoi ospiti. La signora non accettava la presenza in camera del figlio dell’89enne che assisteva la propria la madre.

«Ci ha detto che lei non poteva rimanere di notte in camera con un uomo – spiega la figlia della paziente al quotidiano – e che quindi si doveva trovare una soluzione».

L’ospedale ha risposto

La direzione dell’azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma per ora ha scelto di non commentare la vicenda. La discussione è salita di tono e così l’infermiera di turno ha deciso il trasferimento e, denuncia sempre la figlia della 89enne, «la donna albanese è rimasta per altre due notti in stanza da sola mentre c’erano pazienti anche in corridoio».
Fonte: LEGGO