ECONOMIA

il  7 novembre 12:45

Pensioni, il numero due di Bankitalia: “Niente passi indietro”

“Nel lungo periodo la sostenibilità delle finanze pubbliche poggia in larga misura sulle riforme pensionistiche introdotte in passato, che assicurano una dinamica della spesa gestibile nonostante l’invecchiamento della popolazione. È importante non fare passi indietro”.

Pensioni, parla Bankitalia

Parola del numero due della Banca d’Italia – Luigi Federico Signorini. Il vicedirettore  ha parlato nell’audizione alle commissioni congiunte Bilancio di Camera e Senato a Palazzo Madama nel giorno del secondo round tra governo e sindacati sull’età della pensione.

Per Signorini “l’economia italiana continua a migliorare”. Il quadro macroeconomico “del governo per il prossimo anno si conferma condivisibile”, ha detto. “Date le misure contenute nella manovra – ha aggiunto – anche nel 2019 appare possibile conseguire una crescita non lontana da quella programmata, sempre che non muti il quadro economico e finanziario internazionale”.

Il messaggio è chiaro

Il messaggio è più che chiaro. Sulle pensioni niente passi indietro e niente possibili sconti agli italiani in termini di età pensionabile. E, probabilmente, anche l’idea di aumento degli assegni è da ritenersi esclusa nel breve periodo.