30 agosto 14:17  |  SCIENZE

La donna? “Programmata per tradire”. E’ quanto sostiene una ricerca dell’Università del Texas, pubblicata sul sito di Vice, secondo cui le donne tendono più degli uomini a sostituire i propri partner. Il professor David Buss parla della cosiddetta ‘ipotesi scambio-compagno’: in sostanza, se il partner si ammala, muore o “perde il proprio fascino” la donna è pronta a scambiarlo con un nuovo partner.

Buss sostiene che le donne monitorano costantemente il “valore del proprio compagno” e quando incontrano una persona nuova si chiedono se sia migliore in termini di ‘benefici’. Ciò le porta ad essere coinvolte sentimentalmente per poter coltivare relazioni con “uomini di riserva”. Secondo il professore infatti “gli uomini, nelle loro relazioni, sono molto più motivati da considerazioni sessuali e hanno meno probabilità di innamorarsi mentre le donne tendono ad avere rapporti emotivi”.

Sulla stessa lunghezza d’onda è la psicoterapeuta Paola Vinciguerra, secondo la quale le donne nutrono un interesse profondo nei confronti degli uomini che, al contrario, spesso si fermano all’aspetto fisico. Il fatto che “le donne tendono a cambiare partner”, spiega Vinciguerra, è “una proiezione dei cambiamenti sociali” avvenuti negli ultimi decenni: “il processo di emancipazione femminile ha portato le donne a vivere la propria sessualità in maniera più libera rispetto al passato e a ricercare situazioni più stimolanti”.