CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
giovedì, 19 luglio 2018

Guerra mondiale più vicina? La crisi tra Corea e Usa è sempre più concreta. Il leader orientale ha minacciato gli Stati Uniti in modoi molto molto deciso.

Guerra mondiale più vicina? C’è il pulsante nucleare

Kim Jong-un, nel messaggio di Capodanno, ha ribadito che potrebbe colpire gli Stati Uniti con un’arma nucleare in qualsiasi momento: “Il pulsante nucleare è sempre sulla mia scrivania”, ha minacciato.

Tuttavia il leader ha anche detto che quelle armi non saranno usate a meno che il suo Paese non sia minacciato da un’aggressione. Nel suo discorso per il Nuovo Anno, Kim ha anche promesso di concentrarsi quest’anno sulla produzione di testate nucleari e missili.

Detonato il sesto missile

Nell’anno appena trascorso, la Corea del Nord ha anche fatto detonare il sesto e più potente ordigno nucleare finora testato e ha lanciato più di una dozzina di altri missili.

Poi, con toni più concilianti, il leader del regime nordcoreano ha anche aperto la porta al dialogo con la Corea del Sud, dicendo che potrebbe inviare una delegazione ai Giochi olimpici invernali che si terranno nel Paese ‘cugino’ a febbraio.

Kim invia atleti a Olimpiadi PyeongChang

Esulta la Corea del Sud all’ipotesi che il suo bellicoso vicino, il dittatore nordcoreano Kim Jong-un, possa inviare una delegazione di atleti ai Giochi Olimpici Invernali 2018 di Pyeongchang, come occasione per migliorare le relazioni bilaterali.

Lça risposta Usa

“Apprezziamo il fatto che Kim abbia espresso la disponibilità a inviare una delegazione (olimpico) e proponga il dialogo, come il fatto che abbia riconosciuto la necessità di migliorare le relazioni inter-coreane”, ha detto il portavoce dell’esecutivo Parco Soo-hyun, in una conferenza stampa rilanciata dall’agenzia locale Yonhap.

Il “successo” dei Giochi “contribuirà alla stabilità non solo nella penisola coreana, ma anche in Asia orientale e nel resto del mondo”, ha aggiunto Park.

Fonte: Today