SCIENZE

il  18 gennaio 12:24

Il cambiamento climatico farà diminuire le giornate “miti”

Il numero di giornate miti, quelle con temperature tra i 18 e i 30 gradi, piogge assenti o deboli e poca umidità, sta rapidamente calando a causa del cambiamento climatico. Ad affermarlo, come riporta l’Ansa, è uno studio condotto dai ricercatori dell’agenzia meteorologica statunitense (Noaa), e dell’università di Princeton.

Per gli esperti entro la fine del XXI le giornate miti registrate in un anno diminuiranno tra il 10 e il 13%. Ad oggi se ne contano 74, nel 2035 saranno 70, e tra il 2081 e il 2100 diminuiranno di altri 10 giorni, con possibili conseguenze economiche in termini di viaggi, turismo, costruzioni, trasporti e attività ricreative all’aperto.

Va chiarito che tale andamento non sarà lo stesso in tutte le aree del mondo. Coloro che vivono a latitudini medie sperimenteranno infatti un incremento di belle giornate: in Inghilterra e parte del Nord Europa ci saranno tra le 10 e le 15 giorni miti in più all’anno entro la fine del secolo, distribuiti tra l’autunno e la primavera. Il maggior calo di giornate miti sarà invece nelle regioni tropicali. Per gli scienziati, in alcune parti di Africa, Asia e America latina si registreranno tra le 15 e le 50 giornate miti in meno all’anno entro fine secolo.