MONDO

il  3 novembre 11:40

Bombardieri in volo sulla Corea, la provocazione di Trump

Tutte le forze militari disponibili sulla Corea del Sud. Questa la decisione di Donald Trump. Si tratta di un’esercitazione, ma alza a livelli massimi la tensione perchè il presidente Usa non ha scelto una zona qualsiasi per quella che sembra una provocazione.

Guerra? Aerei in volo sulla Corea

Due bombardieri strategici Usa B-1B hanno condotto quetsa operazione di allenamento alla vigilia della visita in Asia del numero uno della Casa Bianca. La notizia delle esercitazioni, anticipata dall’agenzia di stampa della Corea del Nord, Kcna, è stata confermata dalla Us Air Force, tramite la portavoce Victoria Hight.

“La realtà mostra chiaramente che gli imperialisti Usa, stile gangster, sono quelli che stanno aggravando la situazione nella penisola coreana cercando di innescare una guerra nucleare“. Così la Kcna, segnalando che nelle esercitazioni erano coinvolti anche aerei da combattimento giapponesi e di Seul. Trump arriverà domenica 5 novembre in Asia, per la sua prima visita da presidente in Giappone e poi nella Corea del Sud, in Vietnam e nelle Filippine.

La provocazione di Trump

Intanto il regime di Pyongyang ha definito “false” le notizie secondo le quali 200 operai sarebbero morti nel crollo di un tunnel in costruzione nel sito nucleare dopo l’ennesimo test.

La Corea del Nord ha anche accusato il governo giapponese peraver permesso la pubblicazione di queste notizie

Fonte: Libero