CHIUDI
TEMI PRINCIPALI
martedì, 13 novembre 2018

“Cancelleremo norme Lorenzin. Vaccini sì obbligo no. E via la tassa assurda sulle sigarette elettroniche”. Lo scrive su twitter il leader della Lega Matteo Salvini.

Intanto,  Silvio Berlusconi annuncia di voler cancellare il Jobs act. «Lo abolisco perché è stata solo un’iniezione per i contratti provvisori. Su dieci contratti otto sono stati temporanei». Così il numero uno di Forza Italia.

Elezioni, le promesse della destra

In special modo sull’occupazione giovanile «si tratta di lavoro a termine. Il Jobs act a gennaio finirà e si esaurirà la sua azione».

Più tardi una nota diffusa dalla segreteria del presidente di Forza Italia corregge il tiro delle dichiarazioni della mattina. «Le parole del presidente Berlusconi sul Jobs act sono state parzialmente fraintese. Il presidente, intervenendo questa mattina alla trasmissione Radio Anch’io, si è limitato a constatare che il Jobs Act è sostanzialmente fallito, perché non ha indotto le imprese a creare occupazionestabile, ma quasi esclusivamente lavoro precario.

“Se vinciamo aboliamo jobs act e obbligo vaccini..”

In ogni caso, è una norma che sta esaurendo i suoi effetti». Per concludere: «Quando saremo al governo non torneremo naturalmente al regime precedente, ma introdurremo strumenti più efficaci del Jobs act per correggerne gli effetti distorsivi e incentivare le imprese a creare lavoro stabile».