LIFE STYLE

il  5 dicembre 12:18

Auto, non bastano le cinture: il nuovo dispositivo

Cinture di  sicurezza, non bastano quelle normali. Avete capito bene. Arriva il nuovo sistema che costituisce una vera e propria imbragatura.

Un complesso simile a quello delle si usa in formula 1 o nelle corse automobilistiche, ma con una differenza.

Il nuovo sistema di cinture di sicurezza

Ad usare il nuovo sistema son oi nostri amici a 4 zampe. Ebbene si, i cani  presto viaggeranno in posizione semi eretta durante i tragitti in vettura.

L’ultima novità è di un’azienda americana che ha creato una cintura di sicurezza specifica per i cani.

Il nome è “The Rocketeer Pack” e consiste in un‘imbragatura che, una volta installata sul sedile posteriore dell’auto, previene cadute dovute a manovre brusche da parte del guidatore.

Il sistema di ritenuta dedicato ai quadrupedi è stato certificata dal Center For Pet Safety, organizzazione specializzata nella protezione degli animali. E’ adatto a cani di piccola e media taglia ed è progettato per contenere animali che raggiungono un peso massimo di 11 kg.

Una volta assicurato il cane, infatti, la cintura limita al minimo i movimenti riparandolo da eventuali danni senza, assicurano i veterinari, causare danni alla spina dorsale o alle estremità.

La legge in Italia sul trasporto degli animali

Il sistema, però, ha suscitato già diverse polemiche per la posizione innaturale che l’animale si trova a dover assumere.

Per il momento il Rocketeer Pack è disponibile solo in America, ma presto potrebbe sbarcare anche in altri Paesi dove però potrebbe incontrare delle restrizioni. In Italia, ad esempio, il Codice della strada è piuttosto chiaro sul trasporto di animali in auto.

E’ vietato il trasporto libero di più di un animale domestico alla volta, e comunque mai “in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida”, mentre è concesso in numero superiore a uno purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo. Al momento sono tre i sistemi approvati, ossia le cinture di sicurezza, che vanno agganciate a quelle in dotazione e assicurate intorno al cane; il trasportino e la rete divisoria da installare tra i sedili anteriori e posteriori. L’attenzione verso gli amici a quattro zampe, però, è sempre più alta tanto che alcune case automobilistiche hanno già studiato soluzioni per facilitare il trasporto dei cani in macchina: quella in arrivo potrebbe essere l’ennesima trovata per aumentare la sicurezza degli animali all’interno delle automobili.

Non si tratta dunque di un dispositivo obbligatorio per ora. ma se dovesse risultare efficace potrebbe diventarlo. E potrebbero pensare di prevedere multe e sanzioni per chi non lo utilizza.

Fonte: Motori Fanpage