2 giugno 14:50  |  POLITICA

Beppe Grillo inchioda il Movimento 5 Stelle ai suoi doveri. Il leader e portavoce dei pentastellati richiama all’ordine i suoi deputati e senza mezzi termini dichiara che l’accordo sulla legge elettorale raggiunto con il Partito Democratico e Forza Italia non si tocca perchè corrisponde al sistema votato dagli iscritti al movimento: “Il movimento 5 stelle chiede di andare al voto dal 4 dicembre e sin da allora abbiamo proposto di approvare una legge elettorale costituzionale che permettesse di farlo. Prima era il legalicum, ora è il modello tedesco, votato a stragrande maggioranza dai nostri iscritti con oltre il 95% delle preferenze. I portavoce del movimento 5 stelle devono rispettare questo mandato perchè il testo depositato in commissione mercoledì sera corrisponde al sistema votato dai nostri iscritti: proporzionale con 5% di sbarramento e divisione tra seggi proporzionali e collegi uninominali con predominanza dei primi per assegnare i seggi”, ha concluso Beppe Grillo.

CONTINUA A LEGGERE